Vestibolo

Era costituito da una serie di ambienti e giardini di passaggio tra il Pecile e il Canopo e collegato con i due complessi termali delle Piccole e Grandi Terme.

Ancora riconoscibili sono la zona sistemata a giardino all’estremità orientale, in direzione delle terme, e parte dell’elevato  prospiciente la strada basolata lungo le Cento Camerelle, che delimitava un’area porticata terminante  in un’esedra. Da qui si doveva accedere, tramite più ambienti, ad un tempietto forse dedicato al culto familiare (Larario), collocato all’estremità occidentale dell’edificio.

Nel livello inferiore la strada basolata prosegue con percorso sotterraneo, articolato in più bracci; il corridoio, illuminato da finestre a strombo collegava direttamente la zona delle Cento Camerelle con il corridoio dei  praefurnia delle Grandi Terme e, attraverso un braccio secondario, anche con quello delle Piccole Terme. 

Recenti ricerche hanno portato in luce, a fianco della strada basolata che costeggia le Cento Camerelle, una seconda strada basolata posta ad un livello superiore, che consente di raggiungere l’ingresso del Vestibolo, con l’ampia scalinata, di cui resta oggi solo il muro verticale di fondo, fiancheggiata da due nicchie sovrastanti fontane.

Se questi elementi erano già noti da incisioni settecentesche, del tutto sconosciuta era finora la strada di accesso, che si configura come un ingresso monumentale alla villa, o per lo meno come uno degli ingressi monumentali: si tratta infatti di un percorso obbligatoriamente a senso unico a partire dalla zona in corrispondenza dello snodo delle Cento Camerelle, dove si notano ancora due spezzoni di muratura che segnavano il punto in cui la strada proveniente dalla Tiburtina formava un circuito a forma di stadio, per evitare i problemi derivanti dalla presenza concomitante di veicoli in arrivo e in uscita sul medesimo percorso. Lungo il lato delle Cento Camerelle, un muro, di cui oggi rimangono pochi resti, impediva la vista degli ambienti di servizio dalla zona di frequentazione imperiale.  

foto Vestibolo